Approfondimenti

Di cosa trattano i miei libri?

Le mie opere sono difficili da catalogare, essendo creature ibride

da un lato sono autobiografie, diari senza filtri in cui parlo della mia vita in tutti i suoi aspetti, dalla ricerca dell’Assoluto alle realtà più inconfessabili che tanti individui vivono e però nascondono per paura del giudizio altrui; al contempo sono libri fortemente intessuti di una componente saggistica, frutto della mia ventennale esperienza nell’ambito del settore dedicato allo sviluppo del potenziale umano.

Dentro c’è davvero di tutto….

Trattasi di “Memoir” esistenziali intrisi di erotismo, misticismo, spiritualità e psicologia del profondo, ma contengono anche riflessioni sociologiche e politiche, perché la trasformazione interiore e la ribellione nei confronti della società dei bisogni indotti, passano attraverso tante vie, di cui nessuna esclude l’altra. Le mie opere sono autobiografie senza veli che scardinano il senso comune di percepire le cose e mirano al lusso e alla meta più grandi: la libertà di essere sé stessi.

Per arrivarci, occorre liberarsi del desiderio di apparire rispettabili e normali agli occhi della società,

e smettere di cercare l’approvazione altrui! Finché faremo dipendere il nostro valore da ciò che gli altri pensano di noi, saremo soltanto dei burattini che si plasmano secondo le circostanze!

Attraverso la mia creatività ho cercato di imprimere ciò che ho imparato dalla vita e durante il mio percorso di crescita personale, un “sentiero psico-spirituale” multiforme iniziato nel 1999. Nei miei libri ho scelto di donare non soltanto le mie vette, ma anche ciò che il sentire comune potrebbe considerare come fallimenti, affinché il lettore possa comprendere come funziona il lato oscuro della nostra mente, la cosiddetta “ombra”, così come Jung la definì.
Quando l’inconfessabile diventa dicibile, legittimo e si fa parola scritta e parlata, ogni senso di separazione fra lo scrittore e il lettore si annulla. Nelle mie opere e nei miei Workshop il confine fra pubblico e privato è totalmente infranto. Spero che le mie avventure fra le valli e le vette dell’esistenza possano indicarti una via e condurti oltre la soglia dell’ovvio, là dove tutto può essere creato.

Le mie creature sono al contempo manuali esistenziali di auto aiuto, per chi ha a cuore la propria evoluzione e ha deciso che non c’è più tempo da perdere e niente è più importante della decisione di imparare ogni giorno qualcosa, col fine di diventare esseri sempre saggi, compassionevoli, benevolenti e creativi.

Concordo con Osho quando disse che l’unico vero segno di maturità è comprendere di aver sofferto abbastanza e che non c’è più tempo da perdere.

Kafka disse che un libro dev’essere come una scure per il mare ghiacciato che è dentro di noi, ed io mi inchino alla sua affermazione. Ritengo che nulla sia più importante della nostra evoluzione, e questa può accadere solo quando lasciamo il noto e iniziamo una danza col mistero. Un libro è evolutivo se mentre lo leggi ti legge, se ti aiuta a liberarti dal torpore, dalla pigrizia, stanando le tue abitudini e pensieri insani e offrendoti interpretazioni dell’esistenza che possono facilitarti a diventare la versione più allargata e fantasticata di te stessa/o. E lo stesso si può dire per un Workshop di consapevolezza.

Chi è stufo di soffrire dovrà indossare abiti mai messi!

Ci trasformiamo incontrando prospettive che ci invitano a riformulare la nostra intera vita e a chiederci: Chi sono io? Cosa voglio? Dove sto andando? Sto sprecando la vita rincorrendo fantasmi? Un bel giorno, tutti dovremo fare i conti con ciò che credevamo di essere e quel che invece siamo, ma anche con ciò che avremmo voluto diventare e ancora non siamo. Ma non è mai troppo tardi, mai, il sole sta sempre sorgendo per chi lo sta cercando!