Novità:
“Echi di un altro presente”
di Alessandro Radice

SINOSSI "ECHI DI UN ALTRO PRESENTE"

In un non-luogo sospeso e privo delle normali connotazioni spazio-temporali che la realtà ordinaria impone, occupano la scena una serie di attori inconsapevoli degli altri e a volte di sé stessi.

I protagonisti danzano una vita travolta da eventi inaspettati, intrecciando la trama di molte storie che diventano una”. Un sottile filo lega le loro esistenze, a volte in maniera evidente ed altre in modo più elusivo e profondo, sullo sfondo di una realtà dove l’improbabile e il fantastico sfumano in modo im-percettibile nella vita di tutti i giorni. Un’esistenza quasi probabile che riverbera nel “normale” a cui siamo abituati, come un’eco di ciò che potrebbe essere.

L’opera è una raccolta di racconti dal sapore magico e surreale che muovono da vicende apparentemente ancorate a solide realtà, indagate anche attraverso l’occhio attento di detective, storie che in un batter di ciglia virano in mondi paralleli, inter-secati variamente a vicende umanissime, talvolta dolci, talaltra meschine, sempre ammiccanti alla cifra di mistero e di irrisolto che alberga ovunque, fuori e dentro di noi.

 

QUARTA DI COPERTINA

“Echi di un altro presente” è una raccolta di racconti dal sapore surreale, che possono essere a pieno titolo inseriti nel genere del “realismo magico”. Muovono da vicende apparentemente ancorate a solide realtà, indagate anche attraverso l’occhio attento di detective, che però presto virano in mondi paralleli, intersecati variamente a vicende umanissime, talvolta dolci, talaltra meschine. Sempre ammiccanti alla cifra di mistero e di irrisolto che alberga ovunque, fuori e dentro di noi. Anche quando fa capolino un cinismo dissacrante, esso è inserito in una narrazione morbida, mai nervosa, tenuta sul filo della curiosità che ci porta a smascherare situazioni di vita o di fantasia, per carpirne l’essenza. Anche il ricordo e la sua elaborazione trovano posto nelle storie ironiche e lievi di Alessandro Radice, che a un certo punto, nella figura di un’allieva ragazzina, condensa verità inedite.

Chi ama le narrazioni come veicoli per sondare le pieghe di un’esistenza pluristratificata, popolate da anime insieme inquiete e concrete; chi sia affascinato dal riscoprire una presenza che contempla in sé anche l’assenza, l’oblio, la nostalgia; chi crede nei talenti nascosti come subitanee rivelazioni di un potenziale vitale tutto da scoprire, troverà in questi racconti e nei personaggi che li popolano un mondo raro e strano in cui immergersi..

BIOGRAFIA DI ALESSANDRO RADICE

Alessandro Radice è nato a Busto Arsizio nel 1967.

Divoratore di romanzi Fantasy é da sempre affascinato dall’esoterismo e dalle arti marziali, trascorre la sua giovinezza in bilico tra la formazione scientifica e il misticismo.

L’anno della svolta è il 2018, quando incontra le Rune Norrene di cui diventa lettore e cultore appassionato. Costruttore di bacchette magiche e accessori esoterici, scrive racconti Urban Fantasy dall’età di 14 anni mischiando realtà e fantasia fino a renderne labili i confini.