In offerta!

Offerta “Confessioni di uno psicologo” + “L’Indicibile di Me Stesso” – Edizioni Cartacee

38.00 26.00

(+ 3 euro di spese di spedizione con raccomandata)

 

 

Descrizione

SINOSSI “CONFESSIONI DI UNO PSICOLOGO”

Nell’immaginario collettivo la figura dello psicologo è ancora vista con diffidenza e paura. Quest’opera aiuta a sfatare tale mito accogliendoci nell’intimità di uno di essi, nelle sue gioie, turbamenti e sofferenze.

Uno psicologo è prima di tutto un essere umano e come tale non può esimersi dall’aver attraversato, lui per primo, quella che il poeta John Keats definisce “La Valle del Fare anima”.

In qualità di artista e professionista della salute mentale, l’autore riflette sulle proprie esperienze personali e professionali, passando dalle relazioni affettive ai disastri della comunicazione sui social network, dalle derive della New Age ad acute riflessioni sul mondo psicospirituale contemporaneo, accompagnando il lettore in un cammino di ricerca interiore e invitandolo a entrare insieme a lui nel “confessionale” dell’anima.

SINOSSI “L’INDICIBILE DI ME STESSO”

Dice l’autore: “Il mio esordio letterario è un libro per pochi oppure è per tutti? Ho riflettuto a lungo e questa è la risposta: essendo l’opera un diario, in cui le mie vette luccicanti e i miei abissi sono raccontati senza filtri, essa è rivolta a chi vuole guardarsi dentro con coraggio, per poi ripartire verso nuovi luccicanti orizzonti”. “L’indicibile di me stesso” racconta l’iniziazione di Armando Jivan Sahi ai misteri più profondi dell’esistenza e a una versione più allargata ed evoluta di se stesso. Coprotagonista dell’opera, è Videha, severa insegnante psicospirituale di cui l’autore fu allievo durante cinque lunghi anni di apprendistato. “Chi vuoi essere fra dieci anni?”, gli chiede l’istruttrice durante un’ustionante seduta individuale raccontata nel primo capitolo; per effetto osmotico, il lettore viene sospinto a porsi le stesse cruciali domande sulle questioni cardine dell’esistenza a cui Armando Jivan Sahi è chiamato a trovare risposta durante il suo viaggio iniziatico, raccontato con dovizia di particolari in ogni pagina del testo. L’opera è un potente invito a guardarsi dentro, ad amarsi incondizionatamente in tutti i propri aspetti e a riconsiderare l’esistenza attraverso salutari prospettive, che insegnano a diventare artefici consapevoli del proprio destino.