In offerta!

Offerta “Sacri Confini” + “Dove Dimora la Gioia” – Edizioni Cartacee

36.00 25.00

(+ 3 euro spese di spedizione con raccomandata)

 

 

SINOSSI “DOVE DIMORA LA GIOIA”

Come ci comportiamo quando siamo davanti a un meraviglioso tramonto, una lucente luna piena o un perfetto arcobaleno? Chiamiamo qualcuno che è lì, vicino a noi per guardarlo insieme oppure scattiamo una fotografia e la postiamo. Condividiamo. Perché solo in questo modo la gioia di quella vista ci sembra completa.
Il nostro cuore lo sa e ci fa agire d’impulso, prima ancora che la mente possa suggerire “Tienilo per te”.
Le storie di questo libro sono le quotidiane meraviglie vissute dall’autrice, Milena Maggio, raggruppate in tre capitoli intitolati “Ricordi dei miei maestri”, “Il sentiero di luce” e “La mia scuola”.
Ogni capitolo affronta un periodo della sua vita; gli insegnamenti ricevuti dal nonno e da sua madre, il lavoro fatto su sé stessa e la pratica applicata nel vivere quotidiano e infine l’esperienza di tutto ciò condivisa con i bambini della scuola in cui lavora.
Ogni capitolo offre visioni profonde, espresse attraverso un linguaggio chiaro e fluido, perché l’autrice afferma:
“Se lo comprende un mio alunno di otto anni, va bene. Altrimenti lo riscrivo”.
Dove dimora la gioia, lì sono le sue parole e quella casa non ha porte per chi, leggendo questo libro, decide di entrare.

SINOSSI “SACRI CONFINI”

«Poiché siamo Desiderio, di conseguenza siamo anche potenziali predatori nei confronti degli altri, i quali possono essere visti come un mezzo per raggiungere il nostro fine al di là delle maschere di convenienza che adottiamo. Non è così scontato capire se stiamo manipolando qualcuno o se ne siamo oggetto, perché le modalità di controllo, persuasione occulta, raggiro e mistificazione sono così largamente praticate in tutti i settori della vita quotidiana che quasi non ci si rende conto della loro pericolosa e pervasiva onnipresenza… (…) Ho scritto questo libro per mostrare dove mi hanno condotto la mancanza di un appagamento totale da me stesso, l’essere fiducioso verso gli altri sconfinando nell’ingenuità e nell’incapacità di capire la natura di chi avevo davanti (…).» Sulla scia delle opere precedenti e al contempo discostandosene grazie al focus costante mantenuto dall’autore nei riguardi della tematica trattata, i confini personali nell’era di Facebook, Armando Zoff ancora una volta ci prende per mano e ci conduce negli anfratti della sua esistenza, con uno stile a metà strada fra autobiografia senza veli e saggio psicologico e spirituale al contempo.