ARMANDO ZOFF: "TI SPIEGO PERCHE' "IL VOGLIOSO DI DIO" E' VIETATO AI MINORI DI 18 ANNI"

Vorrei che il mio nuovo libro “Il voglioso di Dio” fosse letto soltanto da chi ha raggiunto la maggiore età, perché è un testo assai ardito, conturbante, altamente esoterico, ove racconto dettagli erotici, psicologici e vicende indicibili. Spesso gli scrittori, qualora osino scrivere di tali profondità, per tutelarsi concepiscono soltanto la forma romanzo, forse perché non sono pronti a perdere la loro rispettabilità agli occhi del mondo, o perché costerebbe loro troppo caro confessare al lettore: «Questo sono io, questo è ciò che ho vissuto. Spero possa nutrirti».

PERCHE' MI SENTO UN UOMO LIBERO

Mi sento un uomo libero, perché mi sono sbarazzato dei miei segreti e vivo con innocenza ogni mio aspetto senza paura dei giudizi altrui; questo mi ha dato il coraggio di osare e scrivere libri audaci, graffianti e ribelli che scardinano e riformulano alle fondamenta il senso comune del pudore e della vita. Attenzione, però: essere liberi per me non significa aver raggiunto l’illuminazione o chissà quale vetta di inusitata consapevolezza, significa non essere più alla mercè degli altri e vivere senza maschere, il che non mi sembra un traguardo di poco conto, in questo mondo di eterne finzioni ove tutti facciamo e fantastichiamo ben altro rispetto alla facciata di rappresentanza con cui ci offriamo agli altri.

IL VALORE DI UN'AUTOBIOGRAFIA

Tante persone credono che un’autobiografia possa essere interessante solo se scritta da un personaggio famoso. Eppure la vastità di un’anima non è collegata alla fama che l’individuo raggiunge, tantopiù nella società contemporanea, ove è sufficiente avere soldi per acquistare follower e notorietà anche se non possiedi un vero talento. La storia ci insegna come tanti geni e menti illustri siano rimasti sconosciuti alle masse, mentre altri sono arrivati al cosiddetto successo solo dopo lo morte, alcuni addirittura dopo decenni o secoli ahimè, tanto erano avanti coi tempi.

DA COSA NASCE LA NOSTRA RISERVATEZZA?

Perché coltiviamo segreti e viviamo doppie vite? Questi argomenti sono stati analizzati nelle loro infinite sfumature in ognuna delle mie sette opere. Sono tematiche legate alla struttura caratteriale e all’ego. Se tanti personaggi famosi proprio perché tali non concepiscono l’idea di rendere pubbliche le loro ardite memorie, i recessi indicibili e inconfessabili della loro vita privata, un Signor Nessuno può azzardarsi ad osare. Tuttavia, senza un paziente lavoro interiore che miri alla trasformazione personale e al ridimensionamento della mente egoica – sempre intenta a chiedersi cosa penseranno gli altri se diciamo, facciamo o scriviamo una tal cosa – non è possibile pervenire ad alcun grado di vera libertà.

E' UN LIBRO GAY O UN LIBRO ETERO? 🤣

I miei libri sono un inno alla libertà di Essere sé stessi, che rappresenta il lusso. Quando ciò che pensano gli altri di noi sarà soltanto affar loro, la meta sarà raggiunta.

Le mie opere sono in stretta risonanza con le persone che non ragionano per categorie, e certamente utili per un sano confronto a tutti coloro che credono che se un libro è scritto da una persona omosessuale allora è un libro gay. Ci sarebbe di che riderne, ma è una risata amara. Sulla base di questo assunto ne deriva che tutti i libri scritti da eterosessuali sono libri etero… Suvvia, cerchiamo di spostarci su un altro livello di coscienza ed impariamo anche a parlare e pensare trascendendo ogni tipo di categoria. Come disse Gore Vidal, «non esistono persone omosessuali, esistono soltanto atti omosessuali», ovvero esistono soltanto persone.

Siamo ancora ben distanti, ahimè, dal vivere al di là delle categorie, quindi neppure io per farmi comprendere ho potuto evitare di citarle, tuttavia la soluzione e la libertà risiedono nell’approdare ad un sentire spirituale, perché lo Spirito vede solo Unità.

Nelle mie opere Sesso e Spiritualità trovano una felice e libera espressione, certamente spregiudicata per il senso comune di percepire le cose. Mentre la società dei bisogni indotti e le religioni cercano di separare, è invece necessario comprendere che la nostra felicità e il nostro grado di compimento derivano dal sentire che siamo un’unità e solo se viviamo tenendo uniti tutti i nostri mondi la gioia ci arriderà.

SEX, SEX, SEX

Nel fare sesso le persone si colgono nella loro autenticità. Inutile volerlo negare: soprattutto oggigiorno tantissime persone si mettono assieme dopo un incontro organizzato attraverso la chat, magari preventivato per puro divertimento, senza pensare ad un possibile coinvolgimento sentimentale. Il livello fisico-sensoriale è importantissimo nel permettere la nascita di una relazione durevole, checché ne dica il moralista castigatore che infesta la nostra psiche; tuttavia, se si resta per tutta la vita al solo livello degli appetiti voraci, beh, assai lontana è la strada verso l’evoluzione, il cui fine ritengo consista nel vivere dal punto di vista dell’anima e il cui punto di arrivo è l’illuminazione.

Tutto questo è trattato con ampiezza nel mio nuovo libro “Il Voglioso di Dio”